Il FIRE movement – Financial Independence, Retire Early

Il FIRE movement è un movimento culturale e stile di vita sempre più popolare che ha come obiettivo il raggiungimento della indipendenza finanziaria per ritirarsi dal lavoro prima della pensione tradizionale. Il movimento si basa sul principio che riducendo le spese e risparmiando il più possibile da giovani, è possibile accumulare abbastanza fonti di rendita passiva da non dover più lavorare per vivere. La filosofia FIRE dà valore a uno stile di vita frugale e all’adottare una strategia di investimenti a lungo termine basata sul principio dell’effetto dell’interesse composto e della regola del 4% per andare in pensione.

Il FIRE è un movimento culturale e finanziario caratterizzato da uno stile di vita dedito alla frugalità al risparmio estremo. Risparmiando fino al 50-70% del loro reddito annuale, i sostenitori di FIRE mirano ad andare in pensione a 50, 40 o anche 30 anni e vivere di rendita facendo piccoli prelievi dai fondi di investimento accumulati.

Il movimento FIRE è nato negli anni 90, ispirato sopratutto dal libro del 1992 “O La Borsa o La Vita” (“Your Money or Your Life”) di Vicki Robin e Joe Dominguez, ma ha raggiunto la popolarità dopo il 2011, anno in cui l’ingegnere software canadese Peter Adeney ha lanciato il suo blog sotto pseudonimo di “Mr. Mouney Mustache“, dove condivide la storia di come è riuscito ad andare in pensione a 30 anni.

Financial Independence and Retire Early

L’acronimo F.I.R.E. viene dall’inglese Financial Independence, Retire Early (“Indipendenza Finanziaria, Pensione Anticipata”) con particolare attenzione alla virgola che separa FI e RE. Chi segue il movimento FIRE generalmente mira a raggiungere la libertà finanziaria – cioè non dover più lavorare per vivere – e ha per tanto la possibilità di andare in pensione anticipata, ma quelli di FI e RE sono due concetti distinti e a sé stanti.

Bisogna anche chiarire cosa si intende per pensione anticipata: c’è chi punta di arrivarci a 35 anni, chi a 50, e chi a 60: basti pensare che in Italia l’età pensionabile minima è al momento di 67 anni, e tende a diventare sempre più alta. Se per andare in pensione anticipata tradizionalmente è necessario aver versato almeno 42 anni di contributi, creando un proprio “fondo pensione” seguendo il modello FIRE potrebbe, in teoria, garantire una forma di pensione alternativa a quella statale e richiedente molto meno tempo.

Chi segue il movimento FIRE?

Il movimento è nato in america negli anni 90 e i suoi sostenitori sono per lo più giovani che dispongono di possibilità economiche medio-alte: da un sondaggio è emerso che quasi il 30% lavorano nell’ambito informatico, con in testa anche quelli dell’architettura / ingegneria (13%) e finanza (10%), ma non mancano anche impieghi più modesti quali l’insegnante, l’operaio e persino l’idraulico. A distinguere i persecutori del FIRE non è tanto la disponibilità economica quanto la mentalità di chi riesce a vivere al di sotto delle proprie possibilità per poter così investire nel proprio futuro.

In Italia il FIRE non è ancora molto diffuso, complici gli stipendi bassi, alta pressione fiscale e il pessimismo dilagante nel paese dal punto di vista economico. La verità è che in Italia sono in pochi ad avere la possibilità di poter mettere da parte metà del proprio stipendio ogni mese. Vi è comunque una piccola comunità di sostenitori del FIRE italiani (molti dei quali vivono e lavorano all’estero), in contatto attraverso vari social media, ognuno con background diversi, dai lavori più disparati, e con stili di vita variegati.

Il FIRE movement - Financial Indipendence, Retire Early

Infografica

Il concetto di FIRE può sembrare complicato, ma in realtà è abbastanza facile da afferrare. Si basa infatti su calcoli matematici basilari, a cui si è arrivati studiando la storia del mercato azionario, secondo i quali per raggiungere l’indipendenza finanziaria è sufficiente riuscire a risparmiare venticinque volte le spese di un anno. Se cioé miri ad andare in pensione con un budget annuale di 50.000€, dovrai riuscire a mettere da parte 1.250.000€, risparmiando e investendo in borsa in modo da poter applicare la famosa regola del 4%: una volta finanziariamente indipendente, le tue rendite passive saranno sufficienti a coprire le tue spese per almeno 30 anni, a patto che tu non ritiri più del 4% dai tuoi investimenti ogni anno.

Principi fondamentali per il FIRE

  1. Inizia a pianificare per il futuro
  2. Trova modi per ridurre le tue spese
  3. Prova ad aumentare le tue entrate
  4. Cerca di risparmiare il più possibile ogni mese
  5. Impara ad investire i tuoi risparmi per generare reddito passivo

Calcola quando potrai andare in pensione

Vi sono molti strumenti online per calcolare quando potrai raggiungere il FIRE. Il calcolatore di Movimento FIRE può aiutarti a capire quali siano i tuoi obiettivi in base ai tuoi risparmi attuali e spese previste per il futuro e pianificare una strategia, che può seguire o meno la regola del 4%. Ricorda che non vi è una unica via per raggiungere l’indipendenza finanziaria, ma tenere traccia delle proprie spese e dei propri risparmi è uno step essenziale per chi si interessa di finanza personale, nonché il primo passo verso il FIRE.


Lascia un commento