Come iniziare a investire per la pensione

L’obiettivo principale quando si pianifica la pensione è quello di assicurarsi di avere risorse finanziarie sufficienti per mantenere il proprio stile di vita attuale (o ideale) per il resto della tua vita una volta smesso di lavorare. Sfortunatamente, non si può puntare a diventare finanziariamente indipendenti semplicemente mettendo i soldi da parte, e se si è seriamente intenzionati a raggiungere il proprio obiettivo FIRE, è necessario iniziare a investire in modo che i propri risparmi non perdano valore a causa dell’inflazione.

Educazione Finanziaria: Come iniziare a investire per la pensione
Il primo passo per investire è educarti

Risparmiare e investire sono ugualmente importanti per il tuo futuro e dovresti idealmente fare entrambi, ma tenendo a mente obiettivi diversi.

Il risparmio è a breve termine: è necessario tenere i soldi pronti da spendere per le emergenze o se si ha qualche spesa imminente nota. Se la tua auto si rompe improvvisamente, se ti arriva una multa o se vuoi partire per un viaggio, ritiri i soldi che hai messo da parte e li spendi.

Gli investimenti sono a lungo termine: ti poni un obiettivo, come andare in pensione anticipata, comprare una casa o mettere su famiglia, e metti i tuoi soldi a lavorare in modo che generino più soldi. Come minimo, la tua strategia d’investimento dovrebbe fare in modo che i tuoi guadagni superino il tasso d’inflazione, altrimenti stai effettivamente “perdendo” denaro non investendolo, perché il tuo potere d’acquisto diminuisce di anno in anno (a causa del fatto che tutto diventa più caro).

Di quanti soldi hai bisogno per iniziare a investire?

Si può iniziare a investire con qualsiasi somma, anche piccola. Infatti, ti consiglierei di iniziare a investire con piccole somme in modo da familiarizzare con il funzionamento della borsa e aumentare gradualmente e diversificare il tuo portafoglio. Ciò che è più importante quando si investe per la pensione non è quanto si investe, ma quanto presto si inizia a investire: si può quindi sfruttare l’effetto “miracoloso” dell’interesse composto per far crescere la propria ricchezza in modo esponenziale. Qualsiasi piccolo investimento che fai oggi avrà un valore molto più grande tra 10 anni, per cui la longevità dei tuoi investimenti è tanto importante quanto il capitale a tuo disposizione.


Investire in borsa: compravendita dei titoli
Si può iniziare a investire partendo da piccole somme.

In cosa investire?

Il mercato azionario è il luogo ideale per iniziare a investire. Esporsi al mercato azionario è infatti uno dei modi migliori per ottenere rendimenti a lungo termine senza esporsi a rischi. Ricorda: non investire i propri risparmi è in sé un rischio, perché ogni anno perdi potere d’acquisto a causa dell’inflazione. Ci sono molti modi per investire nel mercato azionario, ma iniziamo con le basi:

Azioni

Un’azione finanziaria (in termini inglesi anche “stock”, “share”, o “equity”) è un titolo che indica il possesso di una frazione di una società. Quando si acquista un’azione si è de facto comproprietari della società e si ha diritto a una parte dei beni e dei profitti della società pari a quante azioni si possiedono. Le azioni sono investimenti a rischio medio-alto, che però tendono ad avere una performance migliore rispetto ad altri titoli finanziari se comparati su un intervallo temporale di 10 anni. Questo vuol dire che se sei giovane e vuoi fare un investimento a lungo termine per la pensione, le azioni possono fare al caso tuo.

Obbligazioni

Un’obbligazione è uno strumento a reddito fisso che rappresenta un prestito fatto da un investitore a un mutuatario (tipicamente aziendale o governativo). In pratica, quando si acquista un’obbligazione si fa un prestito alla società con la promessa di ricevere indietro il proprio investimento iniziale più gli interessi. Le obbligazioni sono investimenti a basso rischio e possono aiutarti a diversificare il tuo portafoglio. Se sei giovane, è consigliabile iniziare a investire esclusivamente su azioni e aggiungere obbligazioni al tuo portfolio solo quando sarai più vicino al tuo obiettivo FIRE.

ETF

Un exchange-traded fund (ETF) è un tipo d’investimento che opera come un fondo comune, ma viene venduto e scambiato in borsa proprio come le azioni. In parole povere, quando compri un ETF compri un indice che contiene diversi titoli finanziari allo stesso tempo, il che lo rende un ottimo strumento per diversificare il tuo portafoglio. Un ETF può contenere azioni, obbligazioni, materie prime (ad es. oro o petrolio), valute e criptovalute, ecc; spesso i titoli contenuti in un ETF appartengono ad una stessa industria (ad es. compagnie che usano energie rinnovabili), o selezionati in base alla performance (l’S&P 500, per esempio, contiene titoli delle 500 compagnie più grandi negli USA, quali Apple, Google, Tesla, Microsoft, ecc.).

Come funziona il mercato azionistico

Il prezzo delle azioni sul mercato si basa sul classico sistema di “domanda e offerta”, cioè, se gli acquisti su un titolo superano le vendite, il prezzo del titolo sale, mentre se le vendite superano gli acquisti, il prezzo delle azioni scende. I trader cercano di acquistare un’azione quando il prezzo è basso per poterla poi rivendere quando sale e generare un profitto, ma un investitore alle prime armi ha difficoltà nell’adottare questa strategia, perché il mercato è difficile da prevedere. Se stai investendo per la pensione, fare trading non è consigliabile: la strategia migliore è fare investimenti diversificati a lungo termine.

Diversificazione e mitigazione del rischio

Tutti gli investimenti implicano un certo livello di rischio. Se si investe in un’azione e l’azienda cessa di esistere, il valore di quell’azione può scendere a zero. In alcuni casi, l’intero mercato scende, e se ci hai investito la maggior parte dei tuoi risparmi di una vita, questo può essere fonte di ansia. Ci sono però due cose che puoi e devi fare per mitigare i rischi come investitore a lungo termine:

  1. Diversifica i tuoi investimenti. In altre parole: non mettere tutte le uova in un solo paniere. Puntare tutti i tuoi risparmi su una singola azione non è investire, è giocare d’azzardo. Ma investire su ETF (che tracciano centinaia di azioni) è già molto meno rischioso. Puoi diversificare ulteriormente assicurandoti di essere esposto a vari titoli diversi quali azioni e obbligazioni, e che i tuoi investimenti coprano diverse industrie e mercati globali piuttosto che società di un solo paese.
  2. Se il mercato scende, non farti prendere dal panico. Aspetta e probabilmente si riprenderà. Storicamente, il mercato finanziario ha subito diversi crolli, come quando la crisi del 2008 o la pandemia di covid-19 del 2020 hanno colpito. Vedere i propri investimenti scendere bruscamente all’improvviso può scatenare l’istinto di vendere e cercare di proteggere ciò che è rimasto; ma la verità è che le persone che fanno questo finiscono per perdere un sacco di soldi, mentre quelli che semplicemente aspettano (o approfittano dello “sconto”) alla fine recuperano i loro investimenti. Il mercato tende a riprendersi sempre. Ancora una volta, diversificare è d’obbligo: il mercato statunitense finora si è sempre ripreso da un crollo nel giro di un paio di mesi o anni al massimo, quello di altri paesi come il Giappone no. Gran parte degli ETF a esposizione globale e delle strategie di investimento a lungo termine oggi includono una maggioranza di azioni USA più azioni di altri paesi.

Non è mai troppo presto per iniziare a investire per la pensione
Non è mai troppo presto per iniziare a investire.

1. Determina il tuo orizzonte temporale

Una strategia di pensionamento efficace deve tenere conto della tua età attuale e di quella in cui desideri andare in pensione. Più lungo l’arco temporale tra oggi e il tuo target per il pensionamento, maggiore è il livello di rischio che il tuo portafoglio può sopportare. Se sei giovane e ti mancano più di 30 anni alla pensione, dovresti avere la maggior parte del tuo patrimonio in investimenti più rischiosi, come le azioni. Anche se si dovesse verificare un market crash di diversi anni, non avrai bisogno di toccare i tuoi investimenti e potrai aspettare che si riprenda. Se invece sei già vicino al tuo obiettivo FIRE, è consigliabile aggiungere al tuo portafoglio azionistico un mix di obbligazioni, così da poter applicare la regola del 4% senza dover vendere azioni ad un prezzo più basso di quello a cui le hai acquistate.

2. Calcola il tuo obiettivo

Il calcolo del tuo obiettivo FI deve anche tenere in considerazione questo arco temporale. Prevedere di quanti soldi avrai bisogno una volta in pensione è più difficile se sei giovane, perché devi tenere conto dell’inflazione nel corso degli anni e di possibili spese future quali comprare una casa, iniziare una famiglia, o eventuali problemi di salute. Una volta stimate le tue spese annuali una volta in pensione, puoi moltiplicare questo valore per 25-30 (cioé applicare la regola del 4%) per farti un’idea di quale sia il tuo obiettivo finanziario per andare in pensione.

3. Scegli una strategia di investimento

Una volta che sapete di quanto avrete approssimativamente bisogno per diventare finanziariamente indipendenti e qual è il vostro arco temporale di investimento, è il momento di elaborare un piano di investimento. Quanto vuoi giocare sicuro (o richiosamente) dipende in definitiva da te — per ricapitolare, un portafoglio composto al 100% da azioni è considerato un investimento abbastanza sicuro per gli investitori a lungo termine, ma se decidi che sarebbe meglio aggiungere qualche criptovaluta al mix, fai pure. Se sei alle prime armi, ti consiglio di iniziare ad investire solo una piccola somma in ETF a esposizione globale (All-World ETFs) e di adattare la tua strategia man mano che prendi mano col mondo degli investimenti. Dovresti inoltre tenere un fondo di emergenza a cui puoi accedere in qualsiasi momento (= liquidi). La maggior parte delle persone consiglia di tenere almeno da 3 a 6 mesi di stipendio in questo fondo di emergenza, ma dipende dalle circostanze personali. Se hai un lavoro salariato stabile, puoi farci meno affidamento, se sei un freelance che vive mese per mese, probabilmente avrai bisogno di più risparmi.

4. Scegli un broker

Un broker è un intermediario che ti permette di scambiare azioni e altri titoli finanziari. La scelta è di solito tra due opzioni: la tua banca e un broker online, e ognuno ha i suoi pro e contro.

Investire attraverso la tua banca locale

La tua banca ha probabilmente alcune opzioni di investimento per te, anche se potrebbero essere limitate a un gruppo selezionato di azioni ed ETF. Si rivolgono alla maggior parte della popolazione che vuole investire in modo conservativo, cioè importi bassi con un basso rischio e bassi compensi. Le banche spesso applicano commissioni extra per investire per tuo conto, ma hanno il vantaggio di prendersi cura dei vari obblighi fiscali al tuo posto.

Investire attraverso un broker online

C’è una quantità crescente di piattaforme online che permettono di comprare e vendere azioni. Degiro è probabilmente la migliore opzione in Italia e quella che uso io. I broker online hanno un maggior numero di attività finanziarie tra cui scegliere e ti permettono di fare trading facilmente con un click dal tuo computer o smartphone. Tendono anche ad essere parecchio economici, per esempio Degiro è gratuito, altre piattaforme come Interactive Broker fanno pagare un canone solo se il tuo account è inattivo. Lo svantaggio è che dovrai fare autonomamente il dichiaramento delle tasse, anche se Degiro fornisce tutta la documentazione necessaria.


Lascia un commento